A maggio torna Bimbimbici

20-04-2018
All’iniziativa, organizzata dalla Fiab, hanno già aderito oltre 80 comuni

Già oltre 80 città in tutta Italia, un numero destinato a crescere. Bambini, ragazzi, famiglie, tutti sui pedali. È in programma domenica 13 maggio l’edizione 2018 di Bimbimbici, manifestazione da anni promossa dalla Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) in concomitanza con la Giornata Nazionale della Bicicletta.

Obiettivo principale, spiegano da Fiab, è quello "di diffondere l’uso della bici tra giovani e giovanissimi, incentivando una mobilità sostenibile, riaffermando il tema della sicurezza e della salute legata al movimento dei più piccoli attraverso gli spostamenti quotidiani. Coinvolgendo in primis le famiglie, Bimbimbici intende sollecitare la collettività a una riflessione generale sulle necessità di creare zone verdi e piste ciclabili per aumentare la vivibilità delle città".

Ambientazione di “Bimbimbici” sarà l’universo dei supereroi. "Chi usa la bicicletta infatti - si legge sul sito fiab-onlus.it - sceglie un mezzo che può vantare tanti superpoteri: non inquina l’aria, non
fa rumore, occupa meno spazio".

Comuni, associazioni, scuole, aziende o singoli cittadini; tutti possono farsi promotori della Bimbimbici nella propria città (i dettagli sono su bimbimbici.it, nel Lazio hanno già aderito Riano, Gaeta e Viterbo).

"Oggi più che mai - ha sottolineato Giulietta Pagliaccio, presidente Fiab - abbiamo bisogno di far crescere una nuova generazione di cittadine e cittadini che abbiano consapevolezza dell’importanza
dell’ambiente che li circonda e di quanto le azioni personali, come andare a scuola in bici, possono fare la differenza tra una città inquinata e una sana". L’importante è creare le condizioni giuste per poterlo fare.

Città più sane, vivibili, attente alla sicurezza di tutti gli utenti della strada. Come Portland, principale centro urbano dell’Oregon, negli Stati Uniti, circa 640mila gli abitanti. Qui è stato istituito il
limite di velocità a 20 miglia l’ora, circa 30 chilometri orari, sul 70 per cento delle strade cittadine. “A 30 all’ora è più che sufficiente”, il senso dello slogan che accompagna il provvedimento. Portland ha, tra le 50 maggiori metropoli americane, uno dei tassi annuali di mortalità su strada più bassi: 37 le vittime, 11 pedoni, 2 ciclisti e 24 motociclisti. L’obiettivo, ora, è arrivare a zero.

Bus e tram real time

Traffico real time

Tg della Mobilità

 

AMBIENTE