Aci, ecco i dati sulle strade più pericolose

27-11-2017
I veicoli a due ruote sono coinvolti nel 24 per cento degli incidenti stradali

Quasi 8 incidenti su 10 si registrano in città. Logica conseguenza del numero di spostamenti motorizzati che, in gran parte, avviene in ambito urbano. Il dato è stato confermato dallo studio Aci, presentato la scorsa settimana, che analizza gli incidenti stradali del 2016 (quasi 37mila, con 1.264 vittime e 59.886 feriti), avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade del nostro Paese. La ricerca si concentra in particolare sui luoghi con più alto tasso di incidentalità e conferma gli alti indici di rischio per chi viaggia in moto o in bici: i veicoli a due ruote sono coinvolti nel 24 per cento degli incidenti stradali; l’indice di mortalità è di oltre 1,5 morti ogni 100 mezzi coinvolti in incidente, rispetto allo 0,66 delle auto.

Sempre secondo la ricerca Aci, a Roma le strade con maggiore densità di incidenti sono risultate essere il tratto urbano dell’A24 e la Casilina. Per le due ruote, sono indicate la Cassia, l’Ostiense, l’Appia, la Tiburtina, la Pontina e il Raccordo. Lo studio è consultabile sul portale www.lis.aci.it