Al via i lavori per lo scalo Pigneto

Venerdì, Giugno 23, 2017
Lunedì 26 giugno avviato il cantiere. Sarà il terzo snodo ferroviario capitolino

Primi passi per l'avvio del cantiere destinato alla realizzazione del nuovo snodo intermodale Pigneto. E' iniziata lunedì 26 giugno, infatti, la prima fasa di cantierizzazione dell’opera, che darà vita al terzo scalo ferroviario più importante della Capitale dopo Termini e Tiburtina. Il progetto punta sulla realizzazione di un nodo di scambio tra le ferrovie regionali Fl1 e Fl3, la metro C, la Termini-Giardinetti e i tram che viaggiano sulla Prenestina. Con l’obiettivo, come anticipato nei giorni scorsi dall’assessore capitolino alla Città in Movimento, Linda Meleo, “del potenziamento delle linee e della riqualificazione dell’area con la creazione della nuova piazza giardino sopra il vallo ferroviario”.
L’intervento, che permetterà al quartiere di cambiare, e non di poco, il volto della mobilità cittadina, oltre all’attivazione della stazione Pigneto, prevede la realizzazione di opere che miglioreranno la vivibilità e l’accessibilità dell’area, come la costruzione di un sottopasso pedonale di collegamento per l’interscambio treno-metro C Pigneto.
Particolare attenzione è stata posta, nella fase progettuale, anche al recupero degli spazi, con la sistemazione delle aree verdi e la creazione di attraversamenti. Questi permetteranno, tra l’altro, una sorta di ricucitura del territorio grazie alla realizzazione di un piazzale lungo 250 metri che conterrà 4 ponticelli di collegamento tra le due diverse “sponde” del quartiere. La prima fase dei lavori, che richiederà modifiche alla viabilità nella zona, prevede un investimento economico di 27 milioni di euro, fondi messi a disposizione da Rete ferroviaria italiana. Per realizzare il nodo di scambio e la nuova piazza, fa sapere l’azienda, saranno necessari circa due anni e mezzo di lavori.

Bus e tram real time

Tg della Mobilità

 

AMBIENTE