Anas, ok test guard rail con dispositivo salvamotociclisti

14-02-2019
In arrivo una norma dedicata del Ministero
Esito positivo per il test fatto da Anas su un guard rail dotato del cosiddetto dispositivo salvamotocilisti che, in caso di urto, evita l’impatto diretto con paletti e bordi taglienti della lama. “Un ulteriore passo avanti – sottolineano dall’Ente nazionale per le strade - verso il completamento della gamma di barriere di sicurezza stradale di tipo continuo con profilo salvamotociclisti, che Anas sta realizzando per tutelare e proteggere tutti gli utenti, con particolare riferimento a quelli più vulnerabili.
 
A breve è atteso il decreto del ministero dei Trasporti che sarà proprio il riferimento normativo sull'installazione dei dispositivi salvamotociclisti. Riproposto dopo lunghissima attesa, il decreto è ora in visione all’Unione europea che potrà esprimere eventuali rilievi entro il prossimo 28 febbraio. La norma, ha fatto sapere il ministro Toninelli, "obbligherà i gestori delle nostre strade ad installare alla base dei guardrail i DSM (Dispositivi Salva Motociclisti) nei tratti più pericolosi e con un’alta incidentalità accertata".  
 
 

In evidenza

Nuovo corridoio della mobilità

Chiusure per la Metro A