Atac, da giugno biglietto con lo Smartphone

10-04-2018
La tessera Metrebus ricaricabile nei parcometri

Parola d’ordine innovazione. Per creare una rete di servizi a vantaggio degli utenti, semplificare e velocizzare i processi, rendere immediato l’approccio al trasporto pubblico. Questo c’è alla base dei nuovi quattro prodotti presentati da Atac con l’obiettivo di migliorare gli esistenti canali di vendita dei biglietti e aprirne di nuovi. Anche attraverso lo sviluppo di sistemi di pagamento contactless.

Una modalità che, a differenza delle carte tradizionali, non richiede l’inserimento fisico della carta nel lettore ma solo l’avvicinamento, rendendo la procedura più rapida. Vediamo nel dettaglio le tipologie dei prodotti presentati. Si inizia con la piattaforma B+, che in realtà è un aggiornamento del sistema informatico per l’acquisto di titoli di viaggio attraverso lo smartphone.

Con B+ sarà possibile acquistare e utilizzare contemporaneamente fino a 20 Biglietti Integrati a Tempo con un’unica transazione, anche in modalità multiuso per famiglie e gruppi. Grazie alla collaborazione con Mastercard e myCicero tutta la rete di trasporto Atac sarà munita di validatori che consentiranno di utilizzare lo smartphone. La vendita dei titoli avviene poi attraverso la piattaforma informatica dei gestori.

Il secondo prodotto è la nuova contactless card, al costo di 1 euro, nella quale si possono caricare i BIT e i titoli turistici di 24, 48 o 72 ore e il CIS, il titolo settimanale. La card contribuirà gradualmente alla sostituzione dei titoli cartacei, che comunque rimarranno in commercio, con supporti di tipo chip on paper, più sostenibili e moderni. Anche i titolari delle altre card Atac (Metrebus Red e la èRoma) potranno caricare BIT e titoli turistici.

Entrola fine di giugno 2018 su tutte le card Atac sarà possibile caricare un carnet di biglietti. La soluzione ideale per chi usa saltuariamente il trasporto pubblico.

Terzo prodotto è Pay&GO, riferito ai “parcometri factotum”, ossia il potenziamento di circa 1.000 dei 2.500 impianti esistenti, che consentirà nello spazio di pochi mesi di trasformare le  apparecchiature in strumenti multifunzionali di ricarica e di pagamento. Per pagare la sosta ma anche le sanzioni per il trasporto pubblico elevate da Atac. Con i parcometri si potranno ricaricare anche le card Atac e acquistare titoli di viaggio.

Infine, il nuovo portale vantaggi. atac.roma.it, dedicato alle promozioni per gli abbonati