Bici elettriche: ecco il kit che si autoricarica

13-12-2016
Grazie ad un brevetto del Politecnico di Milano basta pedalare in discesa e la bici rifà il pieno

Si chiama BIKE+ ed è un rivoluzionario kit per trasformare una normale bici in una due ruote elettriche. Rivoluzionario perché, precisano dalla casa costruttrice, la Zehus di Milano, la bici non necessita di essere ricaricata. Questo grazie ad un innovativo sistema che consente alla bici di ricaricarsi autonomamente nei tratti di percorrenza in discesa. Un brevetto del Politecnico di Milano che sfrutta la sinergia tra dinamo e giroscopi e che di fatto consente al ciclista di non dover ricaricare mai la batteria. Il motore, in grado erogare 250 W di potenza, viene installato sul mozzo della ruota posteriore. All’interno del motore sono allocate le batteria al litio (160Wh – 5.3Ah/30V). Il peso del kit è modesto, solo 3 kg. Il che consente di avere una bici dal peso medio complessivo di circa 13 kg. Il kit è compatibile con tutti i tipi di biciclette. Dunque si può installare su mountain bike, fat bike, city-bike e addirittura sulle pieghevoli. Altra novità è l’assenza di fili di collegamento, quindi tutte le configurazioni della bici possono essere regolate tramite un’app che agisce mediante bluetooth. Un’ottima soluzione per circolare sempre e senza inquinare. Senza considerare il risparmio economico. È noto che nella Città Eterna le polizze assicurative per auto, motocicli e ciclomotori sono tra le più care d’Italia a causa dell’alto asso di incidentalità di Roma. Inoltre circolando con una e-bike, i costi di manutenzione sono praticamente azzerati. Poi, in giorni di domeniche ecologiche e blocchi del traffico ripetuti a causa dello smog alle stelle, con una e-bike si circola senza limiti. E ci si fa del bene grazie all’attività fisica che deriva dall’uso della bici a pedalata assistita. 

 

Mauro Muraour

Trasporti & Mobilità - muoversiaroma.it