Con il “Ciclo Registro” diventa più difficile il furto della bici

14-01-2019
Iniziativa Ancma nella riforma del Codice della Strada
 
Sarà sempre più arduo il “mestiere” di ladro di biciclette. Confindustria Ancma ha lanciato il “Ciclo Registro” per contrastrare un fenomeno che interessa oltre 320 possessori di bici ogni anno. Si tratta di un portale web dove sarà possibile registrare il numero di telaio delle biciclette e produrre gratuitamente un certificato digitale di proprietà.
 
L’iniziativa, promossa nell’ambito della riforma del Codice della Strada, consentirà di far confluire in un’unica piattaforma le esperienze online esistenti, in modo da incrociare le informazioni e migliorare il servizio. Il data base del parco circolante è il primo passo verso un sistema che consentirà di individuare se una bicicletta è rubata e chi è il suo legittimo proprietario.
 
Il “Ciclo Registro” contribuirà a riequilibrare il mercato dell'usato, che a causa dei furti risulta inquinato da fenomeni di ricettazione e dal rischio di acquisti incauti.

In evidenza

Nuovo corridoio della mobilità

Chiusure per la Metro A