Decoro urbano, passione civile

09-12-2016
In città crescono i retakers

Riprendersi la città attraverso un gesto, semplice e decisivo: occupandosene. “Dal basso” come si dice. O, più semplicemente, da cittadini che non si rassegnano al degrado diffuso, chiedono, pungolano l’Amministrazione, fanno rete. Tra gli animatori di Romanderground e Retake Roma, da tempo attive sul territorio, c’è Simone, nemmeno vent’anni, che segue i gruppi Retake di Collina Fleming e Flaminio. “Pennelli, guanti, raschietti e scope, ogni zona della città ha i suoi gruppi, ripuliamo strade e giardini, segnaliamo disservizi o fermate bus pericolose, organizziamo interventi in stazioni metro o capolinea per rimuovere manifesti abusivi ed eliminare i rifiuti nelle aree esterne, con il supporto di Ama e dei vigili del nucleo decoro urbano”.

E ancora, telefonino e tastiera, raccontano, informano e fanno proposte per rilanciare il trasporto pubblico, la mobilità ciclistica, l’arte di strada come risorsa da valorizzare che nulla ha a che fare con chi un segno lo vuole lasciare solo imbrattando.

“Come Romanderground, assieme ai blogger-pendolari delle ferrovie Termini-Centocelle e Roma-Lido – ci racconta Simone – organizziamo anche eventi culturali e tour gratuiti sulla rete cittadina di trasporto pubblico”. Come Retake poi, il calendario è fitto di appuntamenti e arriva già sino a metà gennaio.

Ad esempio per quel che riguarda questo fine settimana, iniziative di recupero e riqualificazione urbana sono in programma ad Acilia, a Monteverde, a Casal  Palocco, all’Eur e a largo Marliana, nel terzo Municipio. Tutte le informazioni e gli orari in dettaglio, suddivisi per gruppi di zona e Municipi, sono disponibili sul sito internet dell’associazione: retakeroma.org

Simone Colonna

Trasporti & Mobilità - muoversiaroma.it