Ferrovie, rapporto Legambiente le boccia

01-12-2016
Nelle stazioni servizi non soddisfacenti

 

A giudicare dal rapporto di Legambiente sullo stato delle stazioni ferroviarie di Roma e del Lazio, Atac e Gruppo Fs Italiane devono curare di più i servizi al pubblico. Sono 70 le strutture monitorate lungo le 8 linee del Lazio gestite da Trenitalia e le 3 ferrovie Atac, Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civita-Viterbo, (dove la situazione viene ritenuta più critica). L’indagine ha riguardato: pulizia, presenza del personale, sicurezza, comfort e servizi disponibili.

Il risultato è che nel 41% delle stazioni è impossibile comprare biglietti e solo metà delle obliteratrici funziona. Bar presenti solo nel 50,7% dei casi, mentre non ci sono servizi igienici nel 59,15% delle strutture. Il 65% delle volte non c’è personale di presidio. Meglio i tabelloni orari, presenti al 66,2%, e cestini per la raccolta differenziata, trovati nel 78,87% delle stazioni.

Per i pendolari, infine, la pulizia è insufficiente (35,21%) o addirittura inesistente (22,54%).