La Capitale ama le auto ibride

19-12-2016
Ispra, in lieve ripresa il trasporto pubblico nella Penisola

Nelle città ci si continua a muovere in auto ma il trasporto pubblico è in lieve ripresa. Secondo il XII Rapporto Ispra, istituto per la ricerca ambientale, che analizza 116 aree urbane per dieci aree tematiche (fattori sociali ed economici, suolo e territorio, infrastrutture verdi, acque, qualità dell’aria, rifiuti, attività industriali, trasporti e mobilità, inquinamento elettromagnetico e acustico, azioni e strumenti per la sostenibilità) il parco autovetture immatricolate a soggetti privati, nel 2015, è stabile rispetto all’anno percedente e Napoli è la città dove si trova la quota più alta di auto private Euro 0 (28,9%).

Riguardo l’attenzione al “green”, c’è una contrazione per le auto elettriche nel 2016 rispetto al primo semestre 2015 (-34%) mentre le vetture ibride sono cresciute di oltre il 50%. Tra le 5.564 auto ibride iscritte nel primo semestre 2016, Roma spicca con 1.535 auto. Sul fronte del trasporto pubblico locale la ricerca segnala una lieve ripresa nel 2014 rispetto al 2013. L’incremento si concentra in particolare a Napoli, Torino, Venezia, Bologna e Palermo, anche se si è distanti dal periodo 2008-2011 (circa 8% in meno).

Cresce il car sharing, attivo in 26 capoluoghi e il bike sharing, tra il 2011 e il 2014, ha raddoppiato in numero di postazioni di oltre il 50%.