Metro nel mondo, numeri e curiosità

22-10-2018
Ogni giorno, 168 milioni di passeggeri
Quali sono i numeri delle metropolitane nel mondo. Alcune curiosità le svela il recente rapporto del l’Uitp, l’Associazione internazionale del trasporto pubblico. A cominciare dal totale di passeggeri trasportati ogni giorno: 168 milioni. A fine 2017, si contano 182 città, e 56 Paesi, che hanno almeno una linea.
 
Dal 2000, sono state 75 le nuove linee aperte. Ad oggi sono 642 in totale, per quasi 14mila chilometri di tracciato e 11mila stazioni. Shanghai ha 639 chilometri di metro, Londra 436, Madrid 295. La lunghezza media di una linea è di 20 km e la distanza tra una fermata e l’altra è di 1 chilometro e 250 metri.  La più lunga è la “linea 11” di Shanghai, con i suoi 82 km; la più corta, invece, è la U55 di Berlino, 1.8 km.
 
In Italia, tra metropolitane “classiche” e metro “leggere” (con questo normalmente si intende una minore capacità di trasporto dei convogli), ci sono poco più di 220 chilometri di binari. In testa c’è Milano, con 101, poi Roma con 60 e Napoli con circa 20 km. Poi ci sono Brescia, Torino, Catania e Genova, quest’ultima con 7 km. A Roma, prima in Italia ad avere questo mezzo di trasporto, inaugurato a metà degli anni Cinquanta, le tre linee presenti contano su un totale di 75 stazioni: 27 sulla metro A, 22 sulla B, 4 sulla B1 e 22 sulla line C. A Milano le “sotterranee” sono 4: la rossa, la gialla, la verde e  la lilla, per 101 km e 113 stazioni. Napoli ha due linee, la 1 e la 6, con 22 stazioni. Considerando la rete nel suo complesso, quindi a livello mondiale, solo il 7 per cento è rappresentato da metro automatiche. Va però ricordato, sottolineano da Uitp, come le metropolitane tradizionali abbiamo una storia di almeno 150 anni rispetto a quelle automatiche, di cui si è iniziato a parlare negli anni Ottanta. Tra il 2012 e il 2017, la crescita di passeggeri è stata più evidente nell’area del Medio Oriente e del Nord Africa (+58 per cento), seguita da Asia (+ 28 per cento) e America Latina (+ 20 per cento). Europa e Nord America nello stesso periodo hanno registrato un + 10 per cento.
 
A livello di singole città, nella classifica delle 10 dove la metro è maggiormente frequentata 7 sono asiatiche. Per quel che riguarda il futuro, infine, nei prossimi 5 anni dovrebbero aprire almeno altre 200 linee. La scorsa estate risultavano in costruzione 5.400 km di binari e altri 1.700 erano in fase di progettazione.
 
- Le locomotive storiche, un patrimonio turistico -  
 
Non solo metropolitane. C’è un altro patrimonio di binari ed è quello delle ferrovie storiche. Su queste linee il progressivo lavoro di recupero e rilancio ha portato, negli ultimi due anni, ad avere a bordo quasi 130mila viaggiatori-turisti. Il dato è riportato sul sito internet della Fondazione FS Italiane (www.fondazionefs.it), dove sono elencate anche le tratte dove è possibile provare l’esperienza di muoversi su una locomotiva storica. Ferrovie dello Stato Italiane e Rete Ferroviaria Italiana hanno realizzato un “Atlante di viaggio lungo le ferrovie dismesse”: 1.500 km tra linee maggiori e minori, che spesso si snodano tra borghi e riserve naturali. Il volume è stato redatto con l’intento di sollecitare le Pubbliche Amministrazioni  al recupero di questo patrimonio. All’“Italia del treno” è dedicata anche una docu-serie televisiva in 5 puntate, in onda dal 22 ottobre su History Channel (Sky).
Simone Colonna
Trasporti&Mobilità - muoversiaroma.it
22 ottobre 2018