Piano Urbano Mobilità Sostenibile, online il sito

19-09-2017
Possibile partecipare con proposte e commenti

Disegnare la città desiderata, mettendo al centro la mobilità sostenibile e influenzando le scelte dell’Amministrazione sulle opere da realizzare. Da lunedì 18 settembre ciascun romano ci può provare, avanzando proposte proprie o esprimendo un parere a quelle degli altri. Il punto d’incontro è virtuale, ovvero il portale dedicato al Piano urbano della mobilità sostenibile,
www.pumsroma.it

Per partecipare alla costruzione del Pums ogni cittadino può interagire con la piattaforma attraverso una semplice registrazione, fare la sua proposta e poi condividerla. Ogni progetto poi potrà essere commentato da altri utenti che segnaleranno il proprio gradimento.

Il portale del Pums è stato presentato in Campidoglio dal sindaco Virginia Raggi, dagli assessori alla Mobilità e all’Urbanistica, Linda Meleo e Luca Montuori, e dal presidente della Commissione capitolina Mobilità, Enrico Stefàno. “Crediamo che il cittadino debba avere un ruolo centrale nella visione del nuovo piano del trasporto pubblico locale e della viabilità di Roma – ha detto il sindaco Raggi - Con il portale del Pums potrà scegliere o votare direttamente le opere infrastrutturali che reputa più efficaci per una nuova mobilità”.

Si può spaziare dagli interventi sul trasporto pubblico alle piste ciclabili o alle isole pedonali, con proposte di breve-medio periodo. Quelle più votate saranno prese in considerazione dai tecnici e in seguito presentate ai cittadini con incontri dedicati sul territorio. “A giugno, con una delibera di Giunta, abbiamo definito i cosiddetti “punti fermi” del Pums – ha aggiunto l’assessore Meleo -. Nostro compito sarà valutare l’efficacia trasportistica e la fattibilità delle proposte dei cittadini, coordinandole e integrandole sia su scala urbana, sia metropolitana”.

Il tutto dovrà avvenire nei prossimi 4 mesi. Poi partirà la fase del reperimento dei fondi. La scelta di intraprendere un percorso partecipato sul Pums, del resto, rappresenta un elemento di continuità con quanto fatto negli ultimi tempi dal Campidoglio. “Mesi fa - ha ricordato Enrico Stefàno - abbiamo proposto tramite consultazione in rete diversi piani per la riqualificazione di viale Marconi e i cittadini hanno deciso il nuovo assetto con corsie ciclabili e preferenziali per autobus”.

In Campidoglio si punta su isole pedonali e tranvie

Uno degli esempi di partecipazione attiva nelle scelte dei cittadini sono le isole ambientali e pedonali nei quartieri. Nei programmi del Campidoglio se ne farà una in ogni Municipio e i residenti saranno tra i primi cittadini a poter dire la loro on-line. Attualmente il confronto è stato avviato per quella di Monti, mentre si inizia a discutere dell’area pedonale del Pigneto, in vista della realizzazione della nuova stazione delle Fs. Ma altri progetti sono in corso di valutazione alla Garbatella e nella zona di San Giovanni, tra viale Castrense e viale Carlo Felice.

Sul piatto, però ci sono anche infrastrutture di trasporto importanti, come la tranvia di viale Palmiro Togliatti o quella tra piazza Vittorio e i Fori Imperiali sulla quale, ha assicurato l’assessore Meleo, è arrivato il parere favorevole da parte della Sovrintendenza.