Roma, sì allo stadio. Il ruolo del Pums

05-02-2019
Ok del Politecnico. Obiettivo mobilità su ferro e condivisa
Lo stadio della Roma a Tor di Valle si farà. Entro l'anno il possibile via ai cantieri. Positivo il parere del Politecnico di Torino. "Lo stadio - ha affermato il sindaco Raggi - sarà un catalizzatore di interventi già inseriti nel nostro piano urbano e nel progetto che abbiamo definito 'cura del Ferro'. E' un progetto ambizioso che porterà un miliardo di investimenti per la nostra città e per il quadrante. Lavoro, benessere e riqualificazione di un'area che è degradata. Circa 500 mila cittadini beneficeranno di servizi e infrastrutture."
 
Un sì condizionato, quello del Politecnico. Ok allo stadio, ma prima "serve un'offerta plurimodale di mobilità. Sarà importante nei prossimi mesi un'analisi di cantieri". A sottolinearlo Bruno Dalla Chiara, referente del gruppo di lavoro per il Politecnico di Torino nel corso della conferenza stampa dedicata allo stadio della Roma.  Per Dalla Chiara, ad oggi sarebbe "poco credibile pensare che un 50% di utenti si possa spostare con il trasporto pubblico, ma la situazione cambia con il piano investimenti sulla Roma-Lido e sulla ferrovia FL1". 
 
Sui flussi di traffico "il problema c'è, Roma ne è consapevole, ma c'è anche la soluzione nel Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile, che è in fase di avanzata elaborazione", ha continuato Dalla Chiara, serve "un'offerta plurimodale ferroviaria, pedonale, ciclabile e di mobilità condivisa". 
 
"Sulla Roma-Lido la Regione Lazio - ha ricordato il sindaco - ha già stanziato 180 milioni di euro che vanno ad aggiungersi ai 40 del Comune. Gli investimenti su quella che è una delle infrastrutture peggiori d'Europa ci sono".
 
A proposito del ponte di Traiano, invece, così il presidente e ad di Roma Servizi per la Mobilità, Stefano Brinchi: "Questo è un tema da ricondurre al Pums. Che vede come punto di forza gli spostamenti su trasporto pubblico. Immaginare nuove infrastrutture viarie vuol dire portare nuovi spostamenti su auto e su mezzi di trasposto individuale. Noi stiamo lavorando nella direzione opposta per garantire una mobilità accessibile a tutti e con sistemi diversi".

 

Traffico real time

Traffico in tempo reale