Roma, in tre anni 142 pedoni vittime d’incidenti

23-07-2018
I dati 2015-2017

Centro, Salaria, Tiburtina, Togliatti, viale Alessandrino, via Prenestina, via Anagnina e via Tuscolana, la Colombo, via Laurentina, il lungomare Toscanelli. Via Trionfale e via di Torrevecchia. La Cassia, via di Boccea, via Gregorio VII.

Sono solo alcune delle zone e delle strade su cui, nell’ultimo triennio, si è verificato il maggior numero di incidenti gravi con il coinvolgimento di pedoni: tra il 2015 e il 2017, sono 142 le persone che hanno perso la vita, 773 i feriti.

La mappatura è stata realizzata dall’agenzia Roma Servizi per la Mobilità (sulla base di dati forniti dalla Polizia Locale), nell’ambito delle attività a supporto della Consulta cittadina per la sicurezza
stradale ed è stata consegnata ai Municipi.

Potrà rappresentare, quindi, per le ex circoscrizioni così come per i Dipartimenti capitolini competenti, un riferimento per individuare le priorità e definire una programmazione più capillare degli interventi, in base ai fondi via via disponibili.

A proposito di sicurezza stradale, con una nota il Campidoglio ha fatto sapere di aver stanziato, nel bilancio di previsione 2018-2020, "per il solo anno in corso, circa 140 milioni di euro per la manutenzione stradale. Questa cifra comprende stanziamenti per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di competenza sia dell’amministrazione centrale che dei Municipi.

Nel dettaglio - si legge nella nota - per il 2018 la spesa corrente destinata a interventi di manutenzione ordinaria ammonta a oltre 76 milioni di euro: più di 45 milioni assegnati al Dipartimento Lavori Pubblici e 31 milioni ai Municipi. Quanto al Piano degli investimenti, per l’anno in corso si prevedono oltre 45 milioni di euro per la manutenzione straordinaria della grande viabilità, un settore che è di competenza del Dipartimento Lavori Pubblici, e 18 milioni di euro per quella delle strade di competenza municipale".

Simone Colonna

Trasporti & Mobilità - muoversiaroma.it

23 luglio 2018