Sicurezza stradale, un progetto per gli over 65

13-Feb
A Roma spetta al Municipio IX il record dei casi più gravi

Morire a 79 anni scivolando (è l’ipotesi più accreditata) sotto un bus. Magari per sfortuna, o per disattenzione, o forse per un uso scorretto della strada e delle sue infrastrutture. È successo in via Nomentana la scorsa settimana ma non è il primo caso e, purtroppo, non sarà l’ultimo.

In totale, nel 2014, la Polizia Locale di Roma Capitale ha rilevato 71.048 incidenti, con 148 morti e 1.418 feriti. Gli incidenti che hanno coinvolto persone di oltre 65 anni di età sono stati 7.488 (l’11%), con 48 decessi (il 32%) e il 9% di feriti.

Nasce in quest’ottica il Tavolo della sicurezza stradale degli over 65. A istituirlo il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti insieme con Roma Serivzi per la Mobilità, Centro Antartide, Aci, Anci, Istituto superiore di sanità, Regione Lombardia, Agenzia Mobilità Piemontese, Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uil pensionati. L’obiettivo è raccogliere e mettere a sistema alcune buone pratiche già sviluppate in Italia. Per poi giungere alla definizione di un modello di educazione stradale permanente e specifico per gli anziani, sperimentarlo in alcune realtà a livello nazionale, promuoverne l’implementazione per poi creare una sinergia tra le diverse reti educative. Azioni che la dicono lunga sull’attenzione che l’ente ministeriale pone al problema della mobilità degli over 65, considerato, all’interno del “Piano nazionale per la sicurezza stradale – Orizzonte 2020”, una priorità. L’iniziativa è quanto mai coerente con la realtà, perché l’allungarsi del ciclo vitale è direttamente proporzionale alla crescita della popolazione anziana.

E Roma non fa eccezione. Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Ufficio Statistico del Campidolgio, ha più di 65 anni il 21,6% dei residenti all’interno del territorio comunale. L’11%, inoltre, è nella fascia over 75. In particolare, lo studio rivela che in alcuni Municipi (rispettivamente l’ex III, il VI, il IX ed il XVII) nel 2020 l’indice di vecchiaia peggiorerà sensibilmente. Tale indice stima il grado di invecchiamento di una popolazione, definendo il rapporto tra la presenza di anziani (65 anni e oltre) e più giovani (da 0 a 14 anni).

Rispetto alle altre classi di età, la classe over 65 presenta dunque i massimi livelli di gravità degli incidenti. Le maggiori concentrazioni di quelli mortali riguardano il IX (il 13%), X, XIV e XV Municipio (tutti intorno al 10%). Se si osserva l’incidenza della fascia di età over 65, le criticità riguardano il II e il III Municipio, con il 60% dei decessi. Seguono i Municipi VIII, IX, X, XI, XIII e XIV, dove la percentuale è tra il 40% e il 45%. La media generale del 32%.

Maria Teresa Cirillo

Trasporti & Mobilità - muoversiaroma.it

Bus e tram real time

Tg della Mobilità

 

AMBIENTE

Scarica l'app