Smog, bimbi più a rischio in assenza del verde

19-01-2019
Studio del Cnr
Smog, ambiente e qualità della vita. Non solo i polmoni; anche gli occhi dei bambini sono messi a serio rischio nelle aree altamente cementificate. A sostenerlo è un’indagine condotta da Cnr, Ingv, Arpa Emilia-Romagna e DepLazio, pubblicata su Environmental Health.
 
La ricerca ha coinvolto 244 scolari di due scuole elementari, di età compresa tra 8 e 10 anni, che vivono a pochi chilometri da Palermo. Per metterla a punto è stato a sviluppato, per la prima volta in Italia, un approccio che combina urbanizzazione e salute dei residenti, attraverso specifici indicatori greenness (verde urbano) e greyness (aree cementificate con alti livelli di biossido d’azoto, l’NO2).
 
Attraverso un questionario si sono potuti valutare i sintomi respiratori, allergici e a carattere generali. Il risultato è che i bimbi che vivono in aree cemetificate soffrono più degli altri di cefalea, stanchezza, riniti, bruciore e lacrimazione degli occhi.

In evidenza

Nuovo corridoio della mobilità

Chiusure per la Metro A