Turismo “sostenibile” fra le bellezze del Lazio

17-01-2018
Da Leonessa a Sperlonga a bordo dei bus Cotral

Civita di Bagnoregio e Calcata, sospese su un’isola di tufo, il borgo di Anguillara che si specchia sul lago di Bracciano, Castro dei Volsci e i Monti Ausoni. E poi Labro, Leonessa, Pastena e Palestrina, Sermoneta e Sperlonga. Il trasporto pubblico è anche uno strumento per viaggiare, scoprire alcuni dei tesori del nostro territorio lasciando comunque l’auto a casa, che non è mai sbagliato. Magari già questa domenica, visto che a Roma è previsto il blocco del traffico privato. C’è un’iniziativa di Cotral, si chiama “Scopri il Lazio”. “Vogliamo condividere – si legge sul sito dell’azienda regionale di trasporto su gomma, cotralspa.it - il nostro territorio, i comuni del Lazio che Cotral raggiunge tutti i giorni, e lo faremo insieme alla redazione di Visitlazio.com e discoverplaces.travel”. C’è una sezione dedicata del sito internet da consultare ogni settimana con luoghi e borghi da conoscere e raggiungere col bus. In questi giorni, intanto, l’azienda fa saper che stanno entrando in servizio i minibus per i piccoli comuni della Regione. “Sono in tutto 20 da 19 posti e serviranno 100 piccoli centri del Lazio oltre i 330 metri di altitudine e con meno di 6mila abitanti”. Finora il servizio da e per quei territori è stato svolto con mezzi tradizionali 12 metri e con i vecchi 315 da 10 metri. “Mezzi che spesso viaggiavano semivuoti e con non poche difficoltà. Il rinnovo di questa parte della flotta consente quindi di migliorare il servizio e un notevole risparmio economico”. Alcuni di questi Comuni (come Vallepietra, nella Valle dell’Aniene 345 abitanti a 825 metri di altitudine, o Guadagnolo, sui Monti Prenestini, 42 residenti  e 1200 metri di altitudine) hanno pochissimi cittadini-passeggeri e per raggiungerli occorre percorrere vere e proprie strade di montagna. Cotral ha anche ufficialmente lanciato la gara per l’acquisto di 400 nuovi bus in quattro anni. Con un precedente bando sono stati già sostituiti 330 mezzi. La fornitura complessiva, di 420 vetture, si completerà  entro marzo. Acquistati, poi, altri 7 bus bipiano da 90 posti per le lunghe percorrenze che arriveranno in primavera e verranno assegnati alla tratta Frosinone-Roma. Una buona notizia per chi viaggia, che fa il paio con la decisione, a Roma, dell’Amministrazione comunale di stanziare 167 milioni per 600 nuovi bus in tre anni.