Unione europea, primo ok a limitatori velocità su auto

28-03-2019
Novità attesa a partire dal 2022
E' arrivato ieri, mercoledì 27 marzo, il primo via libera dell'Unione europea ai limitatori di velocità sulle auto a partire dal 2022. Lo ha annunciato la Commissione europea dopo aver raggiunto un accordo provvisorio con i Ventotto Stati dell'Unione per introdurre una serie di nuove funzionalità a favore della sicurezza degli automobilisti.
 
Il dispositivo di assistenza intelligente alla velocità riconosce il limite di velocità utilizzando i sistemi di mappatura e può limitare la potenza del motore dell'auto. L'accordo prevede che tutte le auto all'interno dell'Ue ne siano dotate a partire da maggio 2022.
 
Qui puoi leggere la nostra intervista all’ingegner Enrico Pagliari, coordinatore dell’Area Tecnica di ACI, sui sistemi avanzati di assistenza alla guida, i cosiddetti ADAS.
 
Previsto anche l'etilometro incorporato
I nuovi veicoli dovranno inoltre essere costruiti con etilometri incorporati che non daranno la possibilità al conducente di guidare nel caso in cui superi il tasso alcolico consentito dalla legge. Tra i nuovi dispositivi di sicurezza obbligatori previsti dall'Ue rientrano anche l'assistenza alla corsia, la frenata d'emergenza avanzata, il registratore di dati incorporato e il monitoraggio della sonnolenza e della distrazione del guidatore, oltre a sensori e fotocamere per i parcheggi e la retromarcia. L'accordo dovrà ora essere ratificato da Parlamento europeo e Consiglio d'Europa.
 
Il Parlamento europeo dice sì al taglio di CO2 
Le emissioni di anidride carbonica delle auto nuove dovranno ridursi del 37,5% dal 2020 al 2030 con un obiettivo intermedio del 15% al 2025. Le nuove norme sono state approvate, in via definitiva, dall'Europarlamento, che ha rivisto al rialzo l'obiettivo della Commissione dell'Unione, inizialmente fissato a un meno 30%. I produttori le cui emissioni medie superano i limiti dovranno pagare un'indennità. 

In evidenza

Nuovo corridoio della mobilità

Chiusure per la Metro A