Verso una città eco-sostenibile

29-Dic
Differenziata e raccolta dei rifiuti ingombranti: come tutelare l'ambiente

Decine e decine di tonnellate al mese di rifiuti ingombranti che, invece di finire direttamente in discarica, vengono concentrati in appositi centri di raccolta e riciclaggio dove ogni componente del materiale raccolto viene recuperato. Allo stesso tempo è partita la campagna per la raccolta della differenziata che punta anche sul colore per raggiungere i cittadini e creare quella memoria visiva che li aiuti nello smaltimento quotidiano dei propri rifiuti. Così, è  Marrone il contenitore per i rifiuti organici, il cosiddetto "materiale umido" che diventerà, una volta lavorato e amalgamato, fertilizzante per l'agricoltura. Blu, per la plastica e il metallo da trasformare in materie per l'industria dei tessuti. Bianco, per la carta, il cartone e il cartoncino, che potranno essere rilavorati e riutilizzati in prodotti nuovi. Verde, per il vetro, materiale nobile da plasmare e riciclare in nuovi e fiammanti oggetti. E per gli indecisi sul "dove si butta" Ama mette a disposizione il numero verde 800 867 035 oppure la possibilità di scoprirlo collegandosi al sito amaroma.it.

Per quanto riguarda i rifiuti ingombranti, ogni mese si possono recuparare circa 440 tonnellate di materiale che altrimenti finirebbe in discarica. Il ritiro può essere richiesto sul sito istituzionale di Ama o chiamando lo 060606. Se in regola con i pagamenti della tassa sui rifiuti, ogni cittadino ha diritto a 12 ritiri gratuiti l’anno, massimo due al mese, ognuno non superiore ai due metri cubi. Dal tredicesimo ritiro il prezzo è di 14 euro. Il ritiro di materiale oltre i due metri cubi e fino a quattro, invece, costa 54,34 euro e 14 euro per ogni metro cubo aggiuntivo fino al decimo. I ritiri sono invece a pagamento per negozi, uffici e tutte le altre utenze non domestiche e per quelli effettuati al piano o in box e cantine. Per le attività lavorative la tariffa è di 32,34 euro fino a due metri cubi con il ritiro su piano stradale, mentre al piano, è di 32,34 euro fino a un metro cubo, di 43,34 fino a due metri cubi e di 77,34 fino a 4 metri cubi. Il servizio gratuito di ritiro ingombranti a domicilio, apparecchiature elettroniche e gli elettrodomestici, è partito a inizio dicembre ed è svolto su un orario esteso dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 16.  Al piano stradale il servizio è gratuito per i cittadini e a pagamento per le attività commerciali o lavorative. Se si supera la soglia dei 2 metri cubi il servizio è a pagamento anche per i privati cittadini.

 

Bus e tram real time

Tg della Mobilità

 

AMBIENTE

raccolta ingombranti domenica 23 aprile nei municipi dispari