Estate, a piedi o in bici a due passi da casa

15-06-2020
Tags: 
piedi
bici
estate
Da Legambiente e Touring Club una guida online
43 percorsi in bici, 63 a piedi, spostamenti brevi. L’Italia che riparte guarda anche ai viaggi sostenibili. Legambiente e Touring Club hanno realizzato una guida online, “Vacanze Italiane”, con oltre 200 itinerari a pochi passi da casa per l’estate in arrivo, tenendo conto delle misure anti–covid19 da adottare. Da nord a sud, borghi e cammini (storici e religiosi), mare, lago o montagna, percorsi nell’entroterra, trekking in quota. Dalla via degli Dei alla ciclovia degli Appennini, dalla Francigena alla via degli Abati. A piedi o in bicicletta (ci sono proposte per tutti), ma anche, per chi non si tira indietro, a cavallo o in canoa, le parole guida sono arte, natura, rispetto per l’ambiente, mobilità dolce. Un passo alla volta, provando a vedere con occhi nuovi quello che ci sta più vicino. “Tanti viaggiatori – scrivono sul sito del Touring Club - proveranno a scoprire la vacanza della porta accanto, quel parco di cui tutti ci parlavano e dove non siamo mai stati, quel posticino a poche decine di chilometri che ci si era sempre proposti di andare a visitare”. Sul sito del Touring c’è anche “Passione Italia”, con una mappa interattiva a cui collegarsi “per ricordare che in Italia c’è una bellezza che resiste da secoli ed è questa di cui bisogna parlare”. Un viaggio virtuale, da fare magari una tappa al giorno, “alla scoperta di luoghi, paesaggi e itinerari, dalle città d’arte alle coste, dalla montagna ai borghi o ai cammini” del Bel Paese.
 
- Gli itinerari nel Lazio -
 
Per il Lazio, sono 15 gli itinerari proposti. Qualche esempio. Tra le province di Roma e Frosinone, si può organizzare una gita nel parco dei Monti Simbruini. Un percorso indicato come adatto anche ai meno allenati, permette di raggiungere la vetta del monte Autore, con affaccio sul Tirreno e sugli Appennini. E poi ci sono i borghi dei Castelli; i parchi e le aree protette della Capitale; due “classici” da camminare o pedalare come l’Appia e la Francigena (magari partendo da Viterbo). E ancora, la riserva naturale e la “città fantasma” di Monterano, a nord di Roma, dove c’è anche il parco regionale di Veio. Nella Valle dell’Aniene c’è Anticoli, con la sua fontana scolpita nella roccia; in provincia di Rieti, invece, c’è anche la cicloturistica dei borghi sabini, il lago del Salto e il biodistretto di Amatrice.

 

Articolo disponibile anche su romamobilita.it

 

PROMOZIONE

Vai al mare con SeaPass

(Spazio promozionale)