Vigna Clara, al via i collaudi di Rfi

06-02-2020
La chiusura dell’Anello si avvicina
E' iniziato il conto alla rovescia per la riapertura della stazione di Vigna Clara. Sono infatti iniziati, da parte di Rete Ferroviaria Italiana, i collaudi indispensabili per aprire la nuova fermata ed avviare il servizio ferroviario.
 
Il Campidoglio, attraverso una nota ha fatto sapere che “i treni simuleranno il percorso sulla nuova tratta mentre i tecnici saranno impegnati nel testare l’impatto sugli edifici, misurando vibrazioni e rumore”.
 
Per la sindaca, Virginia Raggi, si tratta di una notizia importantissima per i cittadini del quadrante Nord Est di Roma che “aspettano quest’opera da 30 anni. Grazie ai lavori di RFI si sta per attivare una linea ferroviaria che rappresenta una valida alternativa a chi abita e lavora in questo territorio”.
 
“È il primo passo - ha detto la Raggi - per completare l’anello ferroviario, una linea che corre attorno al centro della città e si collega alla restante rete del trasporto pubblico. Un altro intervento necessario per dare alla nostra città più collegamenti e ampliare la mappa di opere su ferro, dalla periferia al Centro storico”.
 
La riapertura della stazione, hanno fatto sapere dal Campidoglio. fa “seguito all’intesa approvata lo scorso anno da Roma Capitale con RFI per il completamento del raddoppio della linea Vigna Clara-Valle Aurelia e per lo sblocco dei lavori per la chiusura dell’anello ferroviario con la realizzazione del nodo di scambio a Tor di Quinto. La stazione, costata cento miliardi di lire, fu inaugurata nel 1990 in occasione dei Mondiali di calcio e restò in servizio solo per otto giorni. Poi, al termine di una vicenda lunga e ingarbugliata è arrivata la sentenza del Tar che dopo numerose battaglie legali ha sbloccato la situazione”.

Articolo disponibile anche su romamobilita.it