Flaminio, piazza del Vaga isola pedonale

16-07-2019
Restituito ai romani un pezzo di città
Il confronto tra le foto basta a descrivere la portata di un intervento che offrirà nuovi spazi da vivere. La pedonalizzazione di piazza Perin del Vaga, nel cuore del quartiere Flaminio, racconta con estrema semplicità ma con altrettanta chiarezza, cosa può significare realizzare il programma del Campidoglio che prevede la creazione di almeno una nuova isola pedonale in ciascun Municipio della città.
 
A poco più di tre anni dal via libera al progetto, datato 20 aprile del 2016, e a pochi mesi dal parere favorevole espresso dal Municipio II, l’intervento è stato completato la scorsa settimana, è costato circa 110 mila euro e ha cambiato il volto a un tratto identitario importante per il quartiere Flaminio.
 
Una novità evidente già durante l’inaugurazione alla quale hanno preso parte anche il sindaco, Virginia Raggi, e il presidente del Municipio II, Francesca Del Bello. Tutta la fase di progettazione è stata curata da Roma Servizi per la Mobilità sulla base degli obiettivi fissati, iniziando dalla pedonalizzazione della piazza e dalla riqualificazione degli spazi urbani per creare un punto di aggregazione per i residenti. Approfittando dell’occasione per mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali, eliminare le barriere architettoniche e installare le rastrelliere per le bici.
 
Nei fatti si è trattato di intervenire su un’area di circa 1.650 metri quadrati, lunga 60 metri e larga tra 18 e 40 metri, rialzando il pavimento rispetto al piano stradale e delimitando la zona pedonale con i cigli in travertino tipici dei marciapiedi. Molta attenzione è stata data anche allo smaltimento delle acque meteoriche con l’inclinazione della pavimentazione con lastre in monostrato vulcanico verso le griglie di raccolta. Gli scivoli per diversamente abili e i percorsi per ipovedenti (indicati dai loges). Dal punto di vista della viabilità, la chiusura al traffico della piazza non ha comportato modifiche agli schemi di circolazione nelle strade circostanti e ha determinato solo la perdita di 10 posti auto.
 
Dei 12 stalli per la sosta tariffata presenti sulla piazza, infatti, ne sono stati recuperati 2 tra via Masolino da Panicale e via Girolamo Muzziano (dove sono stati ricavati anche 2 postazioni per il car sharing), mentre tutti e 10 i posti riservati alle due ruote sono stati recuperati in via Masolino da Panicale.
 
- Il ruolo centrale di Roma Servizi per la Mobilità -
L’isola pedonale di piazza Perin del Vaga nasce da un’intuizione degli ingegneri di Roma Servizi per la Mobilità. “Siamo intervenuti su un vecchio progetto del Municipio che prevedeva una chiusura al traffico con parapedonali - racconta Pierfrancesco Canali - e nel 2015 abbiamo presentato una versione che ci sembrava più bella e funzionale. La Soprintendenza ai Beni Culturali è stata d’accordo”.
 
L’agenzia capitolina per la Mobilità ha seguito anche i lavori. “L’attività è filata via senza particolari problemi - racconta il direttore dei lavori, Paolo Ferlito - grazie anche alla collaborazione con la Polizia Locale sul fronte della viabilità e con la Sovrintendenza che ci ha permesso di rimettere in funzione le fontane presenti sulla piazza. Anche il rapporto con i residenti è stato buono. Alcuni erano preoccupati per la perdita di dieci posti auto. D’altronde quello della sosta è un problema molto sentito”.
 
“La risistemazione di piazza Perin del Vaga è uno dei progetti di cui Roma Servizi per la Mobilità va particolarmente orgogliosa - ha detto il presidente e Ad, Stefano Brinchi -. Ai cittadini è stato
restituito uno spazio che ora è interamente fruibile dagli abitanti del quartiere e non solo. In un solo intervento siamo riusciti a raggiungere più obiettivi nell’ottica della sostenibilità: riqualificare
un luogo storico della città dal punto di vista architettonico e urbanistico, creare un nuovo spazio di socializzazione, favorire la mobilità pedonale. Il tutto senza stravolgere le abitudini di mobilità locale del quartiere”.

Traffico real time

Traffico in tempo reale