Viaggi condivisi, dal car pooling al bus

14-11-2019
Per BlaBlaBus 7 Paesi e 400 destinazioni
Dal car pooling agli autobus a lunga percorrenza. Da quest’anno la francese BlaBlaCar, piattaforma per la condivisione dell’auto – e delle spese – nei viaggi a lunga percorrenza, è presente nel mercato dei bus. Ad oggi, BlaBlaBus è attivo in sette Paesi europei, Italia compresa, con oltre 13 milioni di passeggeri.
 
Nel complesso, le tratte percorse sono 15mila e la rete conta oltre 400 diverse destinazioni. In Italia BlaBlaBus è attualmente attiva con 6 linee. Le partenze sono dal nord Italia - in particolare da Milano, Bologna, Bergamo, La Spezia, Genova, Torino - con destinazioni Germania, Francia, Austria e Svizzera. “Stiamo lavorando – fa sapere l’azienda – all’ideazione e al lancio di nuove linee nei mesi a venire, sempre con l’obiettivo di creare una rete dove la capillarità è garantita dal carpooling di BlaBlaCar, mentre l’offerta autobus si focalizza solo sulle grandi direttrici, dove è possibile raggiungere tassi di riempimento del mezzo tali da minimizzarne l’impatto ambientale. Inoltre, la collaborazione con MarinoBus ci consente di rispondere anche alle esigenze di chi vuole viaggiare in Europa partendo da sud e centro Italia. Da Roma, è possibile raggiungere mete come Parigi, Marsiglia, Berlino, Monaco di Baviera o Innsbruck”. 
 
Come è nata l’idea, partendo dal car pooling, di estendere la proposta di viaggio ai bus?
“La nostra missione è da sempre quella di incentivare l’utilizzo di mezzi di trasporto condiviso e ridurre il numero di veicoli che circolano per strada con posti vuoti. Abbiamo iniziato questo percorso sviluppando una piattaforma che mette in contatto guidatori con posti vuoti nella propria auto e altre persone che devono andare nella stessa direzione e che possono riempire quei posti. Pertanto, restando in un’ottica di sostenibilità ambientale ed economica del viaggio, affiancare al carpooling una rete di autobus a lunga percorrenza è stato per noi il logico passaggio successivo”.
 
Voi vi occupate di gestione del servizio e commercializzazione mentre alle vostre aziende partner spetta mettere mezzi e autisti?
“Lavoriamo con diversi partner locali e abbiamo un accordo di distribuzione con l’italiana MarinoBus. Sulla nostra piattaforma, quindi, è possibile trovare sia un’offerta di autobus a marchio BlaBlaBus - grazie allo sviluppo di collaborazioni con vettori locali - che un’offerta di viaggi svolti direttamente da altri attori di grandi dimensioni e che noi distribuiamo tramite la nostra piattaforma e i nostri canali di vendita. Gli operatori locali con i quali collaboriamo sono coinvolti sin dalle prime fasi del processo di ideazione delle linee offerte. I nostri esperti, poi, seguono insieme col partner la fase di valutazione degli autobus prima della messa in strada e si occupano della formazione dei conducenti”.
 
A proposito di car pooling, a Parigi siete partiti con BlaBlaLines, per gli spostamenti condivisi in auto in ambito urbano. Pensate di esportare il modello altrove?
“BlaBlaLines è un servizio dedicato al carpooling giornaliero di breve distanza (casa-lavoro).
Al momento è attivo solo in Francia, dove è utilizzato da 800mila utenti. Il meccanismo è bene o male sempre lo stesso: i conducenti pubblicano sulla piattaforma il proprio tragitto casa-lavoro, offrendo i posti liberi nella propria auto ad altri lavoratori che devono compiere lo stesso percorso. Quando usciremo da questa fase pilota e riterremo che la tecnologia risponda adeguatamente alle esigenze di questo mercato, definiremo un piano di estensione”.
Simone Colonna
Trasporti&Mobilità-muoversiaroma.it
14 novembre 2019
 
 

Traffico real time

Traffico in tempo reale